Incentivi per impianti di Cogenerazione

Attualmente gli impianti di cogenerazione, ma soprattutto ci cogenerazione ad alto rendimento godono di ottime agevolazioni fiscali.

L'uso combinato di cogenratori ad alto rendimento nel settore Biogas introduce in tali impianti un aumento delle tariffe premio per la produzione di energia elettrica.

Per quanto riguarda la cogenerazione e trigenerazione ad alto rendimento sono qui riassunte le principali normative e le principali agevolazioni economiche

Decreto Ministero dell'Interno 13 luglio 2011

"Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la installazione di motori a combustione interna accoppiati a macchina generatrice elettrica o ad altra macchina operatrice e di unità di cogenerazione a servizio di attività civili, industriali, agricole, artigianali, commerciali e di servizi".


Il Decreto semplifica le norme in materia d'installazione di cogeneratori prevedendo espressamente la possibilità di inserire all'interno dello stesso locale tecnico un cogeneratore a fianco di impianti di riscaldamento tradizionali purché alimentati con la stessa tipologia di combustibile. Il Titolo II, Capo I, punto 2.7 prevede infatti che: "Sono ammessi nel medesimo locale gruppi e/o unità di cogenerazione con impianti di produzione calore a condizione che siano alimentati dalla medesima ltipologia di combustibile. È inoltre consentita la coesistenza in un medesimo locale di uno o più gruppi e/o una o più unità di cogenerazione con impianti di produzione di calore alimentati con i combustibili riportati nella tabella 1". La tabella l prevede espressamente l'alimentazione a gas metano e GPL.

Inoltre sono previste ulteriori semplificazioni per la micro cogenerazione: al Titolo V si prevede infatti la possibilità di installare cogeneratori di potenza nominale inferiore a 25 kW semplicemente seguendo le prescrizioni del fabbricante, con attestazione di installazione "a regola d'arte" da parte dell' installatore.


Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 4 agosto 2011

"Integrazioni al decreto legislativo 8 Ifebbraio 2007, n. 20, di attuazione della direttiva 2004/8/CE sulla promozione della cogenerazione basata su una domanda di calore utile sul mercato interno dell'energia, e modificativa della direttiva 92/42/CE".


Il Decreto introduce una nuova definizione di C.A.R. (Cogenerazione ad Alto Rendimento) individuando un nuovo indice (P.E.S., Primary Energy Saving), in ottemperanza alle normative europee contenute nella direttiva 2004/8/CE. I cogeneratori della gamma TEMA, grazie alla
possibilità di modulare e di seguire puntualmente le richieste termiche dell'utente, lavorano sempre in completo recupero termico garantendo un risparmio energetico tale da rientrare nei parametri individuati dal provvedimento anche in forti condizioni di parzializzazione del carico.

Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 5 settembre 2011

"Definizione del nuovo regime di sostegno per la cogenerazione ad alto rendimento" .

Il Decreto definisce le nuove modalità di calcolo dei Certificati Bianchi, che vengono rilasciati in numero commisurato al risparmio energetico ottenuto; inoltre prevede la durata dell'incentivo per un periodo di 10 anni (15 anni se allacciati ad una rete di teleriscaldamento) e semplifica le modalità di rendicontazione e gestione dei certificati individuando nel GSE l'interlocutore unico per l'espletamento delle pratiche.

Attualmente rientrare nella definizione di C.A.R. (Cogenerazione ad Alto Rendimento) comporta i seguenti vantaggi:

  • Condizioni semplificate per la connessione elettrica, ex delibera ARG/elt 99/08 del 1 gennaio 2009 (condizioni parificate alle regole per la connessione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili);
  • Possibilità di accesso al servizio di scambio sul posto (per impianti di cogenerazione con potenza nominale elettrica fino a 200 kW, ex delibera ARG/elt 74/08 dall' 1 gennaio 2009) o, in alternativa, possibilità di cedere l'energia elettrica immessa al GSE nell'ambito del ritiro dedicato, applicando modalità semplificate (delibera n. 280/07);
  • Defiscalizzazione di una quota di gas metano, in proporzione ai kWh elettrici prodotti (Delibera AEEG n. 16/1998);
  • Rilascio della Garanzia d'Origine per la produzione di elettricità da cogenerazione;
  • Accesso al rilascio dei Certificati Bianchi (nuovo reglme d'incentivazione della cogenerazione ex D.M. 5 settembre 2011).

fonte: www.energifera.it

 
 
 
 
 
       
     
       
  ENERGY IN PROGRESS s.r.l.
c/o Business center Trieste

Via della Cassa di Risparmio, 11
34121 Trieste (TS)
P.IVA 01215140326
 
   
     
     
     
               
                   

 

 

Attività di ingegneria Impianti chiavi in mano Gestione degli impianti e manutenzione Corsi di formazione per il personale Illuminazione a LED Impianti di automazione di edifici Impianti di condizionamento e trattamento aria Impianti fotovoltaici Impianti di cogenerazione Impianti eolici